Ho conosciuto Giorgio con il passaparola e mi sono subito innamorata del suo stile guardando i servizi sul sito, prima ancora di incontrarlo..ma la cosa che mi ha colpita di più è stato un articolo del suo blog (35 fotografie di matrimonio), che parlava del servizio fotografico dei suoi genitori, un album con ancora la carta velina, consumato a furia di guardarlo. Avevo già capito che lo avrei voluto come fotografo del mio matrimonio. Quando lo abbiamo conosciuto, ha confermato le prime sensazioni e ci ha convinti subito entrambi. E’ serio, professionale e simpatico. Ha una forte passione per il suo lavoro, e una grandissima attenzione al dettaglio e alla qualità. Ci ha mostrato i suoi album, la ricerca del materiale e della resa, ci ha parlato delle stampe..insomma il suo è davvero un prodotto curato e ricercato.
Quanto alle foto..beh, sono emozionanti, parlano da sole. Non avremmo potuto desiderare album più bello..non so come abbia fatto a catturare certi attimi, sorrisi, sguardi. Ha raccontato per immagini tutte le tappe di quel giorno – il nostro giorno dei giorni – meglio di un film. C’era, ma non si notava, e non si è fatto sfuggire nulla.
Ora i nostri ricordi sono in su per giù 35 pagine (non foto, quelle sono di più!) di un bellissimo album blu con la scatola marrone, che spero abbia la stessa fortuna delle 35 fotografie di matrimonio dei genitori di Giorgio. Che ci sia chi le guarda fra tanti tanti anni con lo stesso fascino.
Un’ultima nota: il bianco e nero di Giorgio non è un bianco e nero qualunque. Provare per credere!!
L’unico lato negativo? che è passato tutto troppo in fretta. E ora, ogni volta che vedo pubblicato un suo nuovo servizio di engagement (sì, è sempre la prima tappa di questa bella esperienza), vorrei rifare tutto da capo!!!!!